Se siete giornalisti, content editor o semplicemente vi piacerebbe creare testi online dovete leggere “Scrivere per il Web” di Daniele Fortis, libro che vi spiegherà dalla A alla Z come scrivere online. Tranquilli, la lettura è scorrevole e non richiede conoscenze particolari, né di informatica e progettazione, né di linguistica.

Vi sarete accorti che il web e la carta non sono la stessa cosa, ciò che però non è sempre chiaro è come gestire la scrittura su piattaforme digitali. E’ arrivato il momento di dire addio a dubbi e incertezze, questo libro è la risposta a tutte le vostre domande.
L’autore parte dalle basi e non dà nulla per scontato. Tra le mani non avrete solo un manuale che vi dice “come si fa” ma un volume che vi farà riflettere sul perché farlo.                                                                                                                                                                   

“Scrivere per il web” fa per voi se cercate:

  • indicazioni pratiche per scrivere online in maniera efficace;
  • un esperto del settore che spieghi in modo semplice e graduale.

Produrre contenuti di qualità è fondamentale per creare una community di lettori e aumentare le visite al vostro sito. Comporre titoli efficaci, sfruttare le potenzialità di liste e tabelle, creare link in maniera corretta sono solo alcune tra le tante competenze che acquisirete e che vi permetteranno di raggiungere i vostri obiettivi.

Non posso non dirvi, però, due parole su Daniele Fortis. Dottore di ricerca in linguistica, si dedica da anni allo studio e alla pratica della scrittura professionale, materia di cui è docente e formatore. Per oltre un decennio ha lavorato come redattore di un sito web istituzionale. Non è, quindi, solo un abile comunicatore, sa di cosa parla.

Se state concentrando tutti gli sforzi nel mettere in piedi una comunicazione efficace continuate a leggere. Vi darò una panoramica sui suggerimenti dell’autore cercando di essere il più chiara e incisiva possibile. Mettetevi comodi, il viaggio comincia.

Scrivere per il Web: come creare testi online

Per spiegare come creare testi online l’autore fornisce nei primi tre capitoli una panoramica su:

  • caratteristiche dei siti web e le peculiarità della lettura online;
  • struttura di un testo web;
  • creazione di link efficaci.

Daniele Fortis ci ricorda che online gli utenti non leggono, fanno uno scanning. Come suggerisce questo termine, scansionano la pagina con lo sguardo e concentrano l’attenzione su punti specifici.
Studi di usabilità del web hanno dimostrato che i lettori si soffermano sulla parte alta della pagina, leggono, perciò, con attenzione le prime righe dell’articolo. Non solo. “Trascorrono, infatti, il 70% del tempo a guardare la parte sinistra del testo.”

L’intento con cui una persona legge un libro è diverso da quello con cui naviga su un sito. Gli utenti sono alla continua ricerca di informazioni, hanno, quindi, poca pazienza e, se non soddisfatti, non si fanno problemi a cercare le risposte altrove.
­­­
L’autore non vi racconta tutto questo per annoiarvi, bensì per farvi capire cosa tenere in considerazione per creare contenuti di qualità. Prima di tutto, per non sfidare la calma dei lettori, cercate di essere concisi, evitando preamboli e privilegiando fatti e dati oggettivi.

Date ai vostri testi una struttura a piramide rovesciata, fornite, cioè, le informazioni principali all’inizio e inserite le altre in ordine di importanza decrescente. Le prime righe dell’articolo devono contenere le risposte alle domande fondamentali espresse dalle 5 W del giornalismo. Dividete il testo in paragrafi secondo un criterio semantico e andate a capo quando cambiate argomento.

Per far rimanere i visitatori sul vostro sito, favorite la lettura attraverso l’uso di sottotitoli, keyword in bold, elenchi puntati. Titoli e sottotitoli devono aiutarvi a sviluppare il corpo dell’articolo, facilitarne la fruizione e agevolare il posizionamento del sito nei risultati di ricerca. No, quindi, a creatività e infiocchettamenti poetici.

Passiamo al terzo punto. Creare link è una competenza fondamentale per un content editor. Farlo in maniera efficace è indispensabile, perchè l’esperienza dell’utente è influenzata anche da questo.

L’autore illustra in maniera cristallina come costruire link efficaci. Renderli riconoscibili è il primo passo, date quindi loro il tipico aspetto grafico: usate il colore blu e la sottolineatura. Segnalate, inoltre, con un cambiamento di colore se sono già stati visitati. Fortis approfondisce l’argomento in maniera accurata e conclude il terzo capitolo con un consiglio spassionato: verificate periodicamente che i link nel vostro sito siano funzionanti e puntino a fonti autorevoli. Se errati penalizzano il posizionamento del sito.

scrivere per il web fortis

Come creare un blog di successo

Per creare un blog di successo è indispensabile che vi domandiate per chi scrivete. Chi è il vostro buyer personas, qual è il suo livello di istruzione, cosa sa dell’argomento affrontato e qual è il suo intento di ricerca.

Una volta definito questo aspetto, concentrate i vostri sforzi sul comunicare il vostro messaggio in maniera chiara:

  • usate termini semplici e concreti che non lascino spazio a fraintendimenti;
  • se non potete fare a meno di inserire qualche tecnicismo, assicuratevi di renderlo comprensibile per i vostri lettori;
  • formulate frasi brevi, intorno alle 20 parole;
  • prediligete le proposizioni coordinate alle subordinate perché di più facile lettura e comprensione;
  • limitate gli incisi e l’uso del gerundio;
  • prima di pubblicare i vostri contenuti trovate il tempo per una rapida revisione.

La comunicazione web deve risultare pratica e funzionale, mai estetica. No a preamboli, introduzioni e presentazioni. Capiterà anche a voi: quando digitate una query su Google, prendete in considerazione solo siti che vi forniscono risposte immediate e pertinenti. Non fate al vostro prossimo ciò che non vorreste fosse fatto a voi. Evitate come la peste ripetizioni, ridondanze e spiegazioni non necessarie.

“Scrivere per il web” è ricco di esempi pratici, al suo interno troverete vere e proprio strategie per redigere contenuti di qualità. L’autore ha deciso di dedicare una sezione all’utilizzo delle immagini e del colore. Insomma, Daniele Fortis non vi farà sfuggire nulla.

L’ultima parte del libro vi insegna a ottimizzare il sito web per posizionarvi in SERP e rendere i vostri contenuti visibili. Dopo una spiegazione sul funzionamento di Google, vi indicherà come scegliere le keyword giuste per farvi trovare dai lettori, e vi mostrerà i rischi della sovraottimizzazione (keyword stuffing).

Ho deciso di descrivervi il libro di Fortis attraverso le sue stesse parole:

Nella comunicazione online, esprimersi in modo chiaro è ancora più importante che nella scrittura tradizionale, date la fretta, l’impazienza e la bassa soglia di attenzione dei navigatori…

La propensione degli utenti a concentrare l’attenzione in alcuni punti precisi della pagina induce a collocare lì le informazioni nodali.

…la vostra prima preoccupazione deve essere redigere testi di qualità: informativi, di facile comprensione, rispondenti alle esigenze delle persone cui sono destinati.

Vi ho quasi convinto ma temete si tratti di un’enciclopedia? Niente paura, “Scrivere per il web” non delude neanche qui. In 250 pagine c’è tutto quello che vi serve sapere.

Ho amato questo libro per l’abilità dell’autore nell’alternare i concetti teorici a esempi pratici. Vi dirò di più: è piacevolissimo da leggere e utile sul serio. Fortis vola basso, non vuole imporre regole ma fornire suggerimenti che orientano il lettore e che gli lasciano la possibilità di scegliere. Indicazioni che non potrete fare a meno di seguire, ve lo posso assicurare.  

Cosa aspettate? Questo è un libro da non farsi scappare!

Ti interessa conoscere altri libri che possono esserti utili?

Anna Pastorelli

Anna Pastorelli

Studentessa in creatività e design della comunicazione

Curiosa e determinata amo scrivere da sempre. Da bambina pensavo sarei diventata scrittrice, crescendo ho cambiato idea. Lo ammetto, cambio idea facilmente ma su una cosa sono sicura: intendo trasformare la mia passione in una professione. Vivo circondata dalle montagne ma amo il mare, scontato? Mi piace viaggiare e quando non sono a casa porto sempre con me un taccuino. Non si sa mai. E’ proprio nei momenti più impensabili che le parole lottano per appoggiarsi su carta…meglio quindi essere preparati. Libro preferito? Kitchen, di Banana Yoshimoto.

Pin It on Pinterest

Shares