In rete esistono oltre 500 milioni di blog. Molti di essi sono inattivi, ma, sebbene l’espandersi dei social network abbia spostato l’attenzione su piattaforme quali YouTube, Instagram, Facebook e LinkedIn, i blogger che intendono il loro impegno come una vera e propria professione, sono attenti alle tecniche di scrittura, selezionano argomenti di tendenza e impostano un solido piano editoriale continuano ad avere siti ben posizionati nel web.

La dimostrazione che il blogging è vivo e vegeto lo dimostrano le statistiche:

  • ogni 0,5 secondi viene pubblicato un nuovo articolo nel mondo;
  • ogni giorno vengono pubblicati su WordPress (la principale piattaforma per blog) circa 70 milioni post;
  • un quarto di tutti i siti web è un blog;
  • il 77% degli utenti di Internet legge regolarmente i blog.

Questo in generale, ma qual è la situazione dei blog in Italia?
Si stima che i blog pubblici italiani siano circa 500.000, ma sicuramente solo un ridotta percentuale di questi possono essere considerati realmente influenti.

I risultati dell’Osservatorio sui Blog italiani, indagine condotta da IMMAGEWARE Communication & Relationship nei primi mesi del 2013, rivelano che nel nostro Paese il blogging è principalmente un modo di esprimersi, ma anche la possibilità di condividere esperienze e trattare le informazioni in maniera aperta e onesta per il 37% dei blogger intervistati. Cresce sempre di più tuttavia la parte di coloro che intendono la scrittura di articoli su un tema specifico da diffondere via Internet come un canale di marketing e uno strumento di business.

 

Risultati dell'indagine sul ruolo di blogger in Italia ricavata dall'inchiesta "Osservatorio sui blog italiani" - 2013, IMMAGEWARE Communication & Relationship

Indagine sul ruolo del blogger in Italia (Fonte: “Osservatorio sui blog italiani” – 2013, IMMAGEWARE Communication & Relationship)

 

 

Migliori blog in Italia per noi

Da agenzia orientata espressamente al business online, SEOSpirito non può certo prendere in considerazione i blog gestiti come hobby a tempo perso senza una precisa strategia imprenditoriale. Quindi l’individuazione dei migliori blog in Italia per noi ha tenuto conto esclusivamente di siti che posseggono alcune caratteristiche fondamentali:

  • sono ben posizionati su Google e sui motori di ricerca;
  • sono redatti da blogger professionisti o comunque da persone che chiaramente non considerano la loro presenza in rete come un passatempo e rispecchiano nel loro profilo competenza rispetto al settore trattato;
  • presentano contenuti pressoché del tutto inediti e da cui si può sempre intuire il punto di vista del blogger e la sua passione per l’argomento;
  • sono strutturati correttamente per agevolare la navigazione e l’individuazione dei contenuti, oltre che l’interazione con il lettore.

A fronte di questi criteri qualitativi non si è determinata una vera e propria classifica, bensì sono stati individuati i blog che maggiormente riflettono i punti sopra elencati. Non è detto quindi che tra le scelte si trovino sempre quelli con l’indice di popolarità più alto, ma piuttosto quelli che Google ci ha proposto in seguito ad una richiesta su un dato tema effettuata simulando il comportamento di un utente. Quelli che hanno maggiormente catturato la nostra attenzione e hanno determinato la sosta per la lettura, diventando fonte di possibile ispirazione.

Proponiamo nei paragrafi seguenti la nostra selezione rispetto alle categorie

  • food;
  • green;
  • lifestyle;
  • beauty.

A corredo viene presentata una carrellata di alcuni blog i cui autori hanno partecipato o stanno partecipando al percorso formativo BlogInRete che siamo sicuri presto andranno a occupare posizioni di rilievo entro lo scenario nazionale.

 

 

Blog di Food

I dati dell’Osservatorio sui blog italiani indicano che la percentuale di quelli inerenti cibo e vino si attesta al 12,8%, relativamente più bassa rispetto al 23,2% del “lifestyle” e del 50,4% dei blog di moda e abbigliamento che costituiscono la maggioranza online. Nonostante il risultato abbastanza inatteso, resta il fatto che in Italia scrivere sul web di cucina sta diventando attività sempre più diffusa e seguita. L’invasione dei “cooking show” sui canali televisivi certamente ha suscitato tantissimo interesse nel pubblico che sempre più spesso si mette ai fornelli dopo aver cercato supporto via portatile o tablet, ma si può ragionare anche su quanto i foodblogger, molti dei quali già attivi e consolidati in rete prima del manifestarsi del fenomeno mediatico, abbiano favorito lo sviluppo della cultura riguardante la preparazione dei piatti e dell’enogastronomia in genere.

I blog più significativi per quanto riguarda il food sono quindi dei capisaldi del genere.

 

Benedetta Rossi

Benedetta Rossi, con il suo Fatto in Casa da Benedetta è indiscutibilmente il punto di riferimento, non solo perché in lei e nella sua produzione online si ritrovano tutte le caratteristiche che abbiamo citato, ma anche perché i suoi “numeri” sono un chiaro segno di successo. Tra web, Facebook, Instagram e YouTube i follower raggiungono infatti quasi i 10 milioni. Aprendo il blog si viene immediatamente accolti in “casa” di Benedetta e si percepisce il sentimento con cui interpreta la cucina sempre pervaso dal calore domestico, l’attenzione alla semplicità delle preparazioni e contemporaneamente alla varietà dei gusti. Una casa molto ordinata, in cui il pubblico può trovare immediatamente la categoria della ricetta che desidera seguire, così come spunti o suggerimenti, ma anche la risposta immediata alla domanda: “Cosa vuoi fare oggi?”
Ovviamente le immagini sono perfette, le istruzioni su come preparare i piatti dettagliate, ma scorrevoli e sempre presente la possibilità di fornire un riscontro oppure chiedere un approfondimento. Comodissimo il sistema di ricalcolo delle dosi che permette anche ai cuochi più in erba di stabilire le corrette quantità di ogni ingrediente in funzione del numero di commensali.
In home page i riferimenti alle preparazioni “sponsorizzate” ed a quelle condivise da altri blog appaiono senza particolari differenziazioni e non risultano affatto invadenti rispetto al complesso generale, così come il richiamo alle pubblicazioni dell’autrice su Amazon. Insomma il blog dimostra tutta la sua “forza” ed ogni accessorio commerciale è puramente tale.

 

Sonia Peronaci

Sonia Peronaci è la fondatrice di GialloZafferano, famosissimo blog di cucina di Mondadori Multimedia. Di certo quest’ultimo è seguitissimo, ma anche piuttosto caotico ed il visitatore può rischiare di perdersi nella miriade di video e audio ricette riportate sulla pagina principale, oltre che nelle numerose sezioni. Tutt’altro aspetto ha invece il sito personale della foodblogger, soniaperonaci.it, che dimostra chiaramente la differenza di mentalità e di cura posta nella predisposizione della propria “finestra” sul web da cui appare affacciarsi una professionista a tutto tondo nel campo del food.
Grafica pulitissima ed elegante, sei collegamenti nel menù principale che oltre alla biografia dell’autrice portano a categorie specifiche e perfettamente sviluppate. L’immagine di apertura è l’apoteosi del personaggio Sonia Peronaci che ritorna costantemente in ogni sezione, non invadente, ma ben connotato. I “tutorial” forniscono utilissimi consigli di tecnica a parte rispetto alle sequenze filmate direttamente riferite a moltissime ricette. Non manca l’area “healthy” a cui tanti amanti delle pietanze “salutiste” si possono ispirare ed infine cliccando su “Vita da Sonia” è possibile conoscere la “Sonia Factory”, personale interpretazione della “cooking factory” ovvero di un luogo in cui la cucina viene studiata e sviluppata, oltre a tante altre sfaccettature di una vera professionista del food.

 

Chef in camicia

Nicolò Zambello, Luca Palomba e Andrea Navone sono le menti culinarie dietro il progetto Chef in Camicia che poniamo a fianco dei siti precedentemente presi in considerazione non per una questione di “gender balance”, ma per una differente impostazione. I volti dei protagonisti infatti questa volta non appaiono per lasciare spazio ad un generale approccio giocoso alla cucina che traspare immediatamente dalle icone “fumettose” associate a ciascuna categoria tra cui sono presenti anche i panini ed i cocktail. Dopo aver selezionato cosa si vuole preparare, ecco che appare la “playlist” delle ricette tra cui scegliere quella più affine ai propri gusti, abilità e anche portafoglio, grazie a semplici indicatori visibili in corrispondenza di ciascuna casella di riferimento.
Si capisce che il blog vuole adattarsi ai gusti di chi lo visita ed infatti facendo click sull’icona con il cappello da cuoco posta in alto destra ci si può iscrivere alla community e impostare il proprio profilo in base alle preferenze personali. Il menù di navigazione, essenziale, ma estremamente funzionale, lascia trasparire l’obiettivo di fornire uno strumento pratico proprio a chi deve prendere in mano pentole e padelle magari con addosso ancora la camicia vestita in ufficio, ma non vuole rinunciare a qualcosa di sfizioso. Completa l’offerta una serie di corsi con chef stellati, ma a basso costo per chi si vuole cimentare con l’alta cucina.

 

 

Migliori blog in Italia green

Sempre più sono i siti delle compagnie energetiche che includono un’area “blog” sui loro portali in cui approfondire tematiche “green” seguendo quelli che sono i dettami del brand journalism che vuole che le aziende non comunichino solamente il proprio “fare”, ma anche la filosofia della marca e i suoi valori distintivi.
La nostra ricerca tuttavia puntava a trovare i blogger divulgatori non solo delle teorie ecologiste, ma in particolare delle migliori iniziative messe in pratica dalle imprese e dalle istituzioni per salvaguardare e migliorare l’ambiente.

 

Letizia Palmisano

Letizia Palmisano è giornalista ambientale, social media e influencer specialist che collabora con alcune delle principali testate eco e scrive direttamente sul suo blog letiziapalmisano.it
Grazie a quello che potremmo definire un vero e proprio portale di informazione “verde” ci si può tenere informati su tutto quanto succede nel contesto dell’ecosostenibilità, dagli esempi positivi delle comunità locali ai consigli per comportamenti “eco-logici” che consentono di vivere senza inquinare troppo e perseguire iniziative eque e solidali.
L’attenzione ai social media della blogger fa sì che appaiano anche alcuni articoli su come utilizzarli al meglio che sembrano esulare dal contesto generale, ma osservando con attenzione si nota che la maggior parte include sempre una riflessione legata all’ambiente. Forse il posizionamento della relativa voce di menù in posizione secondaria sarebbe maggiormente coerente con il fatto che le notizie in primo piano convergono tutte sul tema per cui il blog è stato inserito in questo paragrafo. Il banner “CO2 emission zero website” è comunque garanzia di qualità!

 

Anna Simone - Ecospiragli.it

Anna Simone con il suo EcoSpiragli vuole fornire una “finestra sull’ecologia e sull’ambiente” e sicuramente riesce nel suo intento. Cinque categorie nel suo blog: ambiente, rimedi naturali, stile di vita green, food, bellezza. Una ulteriore, “EcoFashion” che completa la proposta e che forse dovrebbe essere portata anch’essa nel menù di navigazione, lasciando sul secondario esclusivamente i collegamenti alle pagine di presentazione personale. La struttura generale è quella standard del blog in cui predomina il testo “trapuntato” di termini in grassetto che non sono fastidiosi, bensì aiutano a fissare in mente i concetti principali e facilitano la comprensione.
La blogger, laureata in sociologia ambientale, dichiara nella sua presentazione di occuparsi di tematiche ambientali dal punto di vista sociale e culturale contestualizzando quello che succede al posto in cui è successo, per comprenderlo, analizzarlo e spiegarlo. Il risultato sono articoli di “prima mano” che puntano sull’approfondimento dell’informazione, secondo uno stile proprio di una giornalista qual è inoltre l’artefice del sito.

 

Equo, Eco e Vegan

Carmela “Kia” Giambrone potrebbe rientrare tra le blogger ideali secondo SEOSpirito già solo per una frase che appare nella sua biografia “negli ultimi 10 anni o poco più, da mera passione, tutto questo (lo scrivere sul web, NdR), è divenuto il mio lavoro”. Considera il suo blog, Equo eco e vegan, come un personale spazio libero ed un laboratorio di idee. Per conoscere innumerevoli iniziative incentrate sull’ecosostenibilità basta sfogliare la categoria “Sostenibilità”, appunto, che fa trasparire anche la capacità della web writer di creare relazioni con le aziende che realizzano prodotti con grande attenzione agli effetti sull’ambiente. A questo proposito occorre ricordare che la scrittrice ha creato su Instagram l’hashtag #noadsonlytips per sottolineare che i suoi consigli sui prodotti non sono legati a sponsorizzazioni, bensì al loro uso in prima persona e alla conseguente constatazione della qualità. Le collaborazioni sono fondamentali per un blogger professionista, così come il saper proporre dei servizi e i numerosi workshop che spaziano tra la manutenzione dell’orto, la bellezza e la casa “verdi”, fino all’EcoCucina, rivelano le capacità di Carmela Giambrone di sfruttare le sue pagine su Internet come trampolino di promozione personale. Sicuramente un esempio in questo senso da seguire come per il tone of voice, sempre “illustrativo” e mai “radicale”, sebbene chi scrive sia convinta vegana dal 2007 dopo essere stata vegetariana dall’età di 18 anni.

 

 

Vuoi provare ad avere accanto professionisti del contenuto?

 

 

Lifestyle blog: i migliori

Digitare “lifestyle” nel campo di ricerca di Google significa, una volta dato invio, ottenere la lista quasi completa dei siti collegati alle riviste patinate più famose. I personaggi del settore più attivi online sono gli influencer più seguiti da milioni di follower prevalentemente su Instagram.

Nonostante il fatto che gli ambienti ideali per diffondere un certo tipo di “immagine” siano ovviamente i social media in cui predomina la comunicazione visuale, i blog propriamente detti che si occupano di lifestyle non sono scomparsi. Sebbene la grafica appaia sempre un po’ uguale a se stessa con l’impostazione a mattonelle e lo stile dei caratteri simile o uguale al classico Bodoni esaltato anche dalle pagine elettroniche di Vogue, è possibile trovare siti con una precisa identità.

 

Lifestyle #madeinitaly

Lifestile #madeinitaly è gestito da una redazione di ben 23 tra blogger, giornalisti, scrittori e specialisti di varie discipline che si suddividono la redazione degli articoli riguardanti moda, cibo, salute e bellezza, viaggi, intrattenimento, personaggi, casa e l’originale rubrica “CoolTour” che racconta esperienze nel campo dell’arte, della letteratura, della musica e riporta recensioni di eventi. Si tratta quindi in tutto e per tutto di un super blog che contiene una marea di informazioni e curiosità. La navigazione è comodissima nonostante l’enorme quantità di pezzi poiché ogni sezione afferente ad una categoria presenta la lista dei testi introduttivi corredati dalla rispettiva immagine: titolo e cinque righe fisse che consentono al lettore di farsi immediatamente un’idea dell’argomento e che nella maggior parte dei casi invogliano a far click sul link “Continua a leggere”. Caratteristica principale di Lifestile #madeinitaly è infatti la leggibilità dei testi che scorrono senza tuttavia risultare banali, pregio spesso raro degli scritti per il web. L’home page ha un’impostazione semplice: slideshow in testata con le notizie di primo piano; immagine d’anteprima e titolo per i tre blocchi di lancio degli altrettanti articoli più recenti per ciascuna categoria; colonna laterale con alcuni post in evidenza. Banale? Tutt’altro. La sapiente spaziatura su fondo bianco garantisce equilibrio, visibilità, ordine ed eleganza.

 

Ubique chic - Ovunque stile

Ubique chic – Stile ovunque è il blog di lifestyle della Padovana Eva Ravazzolo e della Napoletana Adele Colella, personalità tutte da conoscere leggendo le bio redatte in forma di flusso di coscienza. Il sito si propone come “magazine che tratta di stile e tendenze prendendo spunto dal quotidiano e dalla vita comune” ed in effetti è ricco di suggerimenti che spaziano dalla moda alla cucina, dai viaggi ai matrimoni, senza dimenticare i consigli di bellezza. Lo stile delle redattrici è sicuramente quello di due blogger conoscitrici delle regole del copywriting per il web e soprattutto della SEO, capaci di descrivere tutti i benefici di una centrifuga di frutta o verdura naturale in un articolo che si presenta come una breve guida, così come l’editoriale per la casa di moda che realizza vistiti da sposa arricchito da consigli diretti al pubblico femminile più affezionato (le ubiquine). Del resto, alzando l’occhio in alto a destra, in corrispondenza del menù secondario si notano i link “Ubique copy” e “Ubique comunicazione” che rimandano rispettivamente ai servizi di scrittura offerti e ad un media kit completissimo che illustrano l’offerta professionale completa delle due autrici.
Un blog certificato e premiato da buonoedeconomico.com, sito che si propone di facilitare le decisioni d’acquisto.

 

The Blonde Salad - Chiara Ferragni

The Blonde Salad, il blog da cui è nato il fenomeno Chiara Ferragni, influencer mondiale in fatto di moda e stile di vita, non poteva certo mancare in questa analisi. Definita da Vanity Fair “la più potente imprenditrice digitale a livello mondiale” conta regolarmente milioni di interazioni su ogni social media dov’è presente. Il suo blog risale al 2009 ed è stato creato con Riccardo Pozzoli. Fashion, beauty, lifestyle e people le categorie, indicate rigorosamente in Inglese, si accostano a quelle personali riferite al personaggio Chiara Ferragni e alla talent agency che include anche le sorelle minori Valentina e Francesca. L’uso dell’immagine, divenuto cruciale per l’esplosione su Instagram, è preponderante su ogni altra caratteristica del blog. Il testo talvolta diviene quasi didascalico, ma lo stile è sempre quello accattivante e coinvolgente del discorso tra amiche o, meglio, di una voce che parla in modo amichevole a gruppi principalmente di giovani donne. Questa voce però non è quella della protagonista, a cui il blog si riferisce sempre in terza persona esaltando sicuramente un po’ quella che ormai è divenuta una figura iconica della comunicazione moderna. È possibile considerarla un modello almeno da questo punto di vista? Indubbiamente sì, ma occorre essere Chiara Ferragni!

 

Per completare questo paragrafo dedicato al saper vivere è bene ricordare che se si utilizza la keyword “italian lifestyle” si riesce a scoprire un vero e proprio mondo di blogger solitamente stranieri che vivono in Italia e ne raccontano al loro pubblico, soprattutto anglosassone, la bellezza a 360 gradi, compreso il nostro modo di intendere la vita: fatto di cui dovremmo essere particolarmente fieri.

 

 

Migliori Beauty Blog

Se i fashion e lifestyle influencer hanno trovato il loro ambiente ideale in Instagram, chi determina i canoni dell’estetica moderna e insegna a truccarsi per rispettarli spopola letteralmente su YouTube.

I beauty blogger sono prevalentemente video blogger con audience che fanno impallidire le più famose star televisive. L’articolo maschile non deve far pensare ad una predisposizione antifemminista di chi scrive (tra l’altro facilmente confutabile), bensì è utilizzato in maniera generica per includere sia donne che uomini che non mancano tra coloro che definiscono le tendenze del make-up.

Per la nostra carrellata abbiamo tuttavia puntato ancora una volta l’attenzione sui blog tradizionali ritenuti più significativi.

 

ClioMakeup - Clio Zammatteo

ClioMakeup è il blog di Clio Zammatteo che praticamente sta al settore beauty come Chiara Ferragni sta a quello fashion. I milioni di follower sparsi in tutto il mondo impongono la dovuta attenzione anche a un sito addirittura strabordante di contenuti soprattutto visuali, talvolta ripetuti nella stessa home page. Le categorie entro il menù di navigazione arrivano ad occupare due righe e dovunque è facile cliccare su collegamenti “commerciali” o riferiti allo shop online. Non si legge solo di ombretti, rossetti e fondotinta, ma anche di moda, diete, maternità, viaggi e addirittura sesso e gossip in questo “gran bazar” in cui i video tutorial della protagonista rischiano di disperdersi tra mille immagini di differenti dimensioni. Potrebbe sembrare che ClioMakeup non ci abbia colpito positivamente come i blog fino a questo punto recensiti, invece occorre soffermarci sulla sua efficacia. Seppur apparentemente caotico è comunque un mezzo efficace per attirare il target, risucchiarlo verso i contenuti filmati e portarlo su YouTube dove troverà un canale ricco di video lezioni che affrontano i problemi pratici inerenti la creazione di uno sguardo intenso o la correzione di qualche imperfezione della pelle. Morale: il piano editoriale deve essere sempre studiato sul pubblico di riferimento che si desidera intercettare.

 

Polvere di Stelle Makeup

Polvere di Stelle Makeup è l’esempio del risultato di chi, come Veronica B., titolare del blog, accosta efficacemente l’esperienza professionale nell’estetica alle corrette conoscenze in ambito web e social acquisite con un’opportuna istruzione. I cosmetici, raccontati secondo l’esperienza d’uso personale della stessa blogger, la sua vision, i suggerimenti di collaborazione, tutto incastonato entro una grafica molto dinamica che attira l’attenzione verso i punti focali su cui cliccare per conoscere tante cose sulla cura della pelle, dei capelli e sui trattamenti estetici in generale con un forte richiamo agli elementi bio. Una sezione è strettamente improntata alle affiliazioni ovvero alle opportunità di diventare partner del sito per chi produce o commercializza prodotti di bellezza e cura per il viso ed il corpo. È inoltre presente una pagina in cui il visitatore può informarsi su tutte le opportunità di sconto ottenibili attraverso le referenze di Veronica tramite cui la blogger riceve una provvigione. Il meccanismo è espresso chiaramente e finalizzato al mantenimento e allo sviluppo del progetto informatico e di quelli ad esso connessi. Sicuramente un esempio di trasparenza da tenere in considerazione per tutti coloro che utilizzano le proprie pagine online anche per ottenere un guadagno.

 

Valentina Fashion Beauty

Valentina Fashion Beauty è il blog di Valentina Ortu, giornalista, blogger, graphic design, fotografa glamour, appassionata di make-up e bellezza. Come tante colleghe ha un canale YouTube attraverso cui dispensa consigli e rivela qualche tratto personale, ma l’impegno con quest’altro social media non sembra distoglierla troppo dalla scrittura. La grafica del sito tende un po’ al modello “Vogue” di cui abbiamo parlato nel paragrafo dedicato al lifestyle, ambito in parte toccato anche da Valentina Fashion Beauty, ma tutto è molto delicato e le immagini esprimono precisamente lo stile della blogger e le sue capacità di fotografa di renderlo in ogni scatto. Ottimo l’uso del font di tipo “script” come titolo di paragrafi o aree che vogliono porsi come un richiamo alla persona Valentina Ortu o un parere diretto secondo i suoi gusti. Leggermente da migliorare l’home page che presenta una serie di sezioni che talvolta ripetono i contenuti e potrebbero essere ordinate in maniera più funzionale (è necessario scorrere fino a circa metà pagina per visualizzare le categorie principali). In alcuni punti appaiono articoli chiaramente sponsorizzati che però non sono invadenti e quindi risultano sicuramente efficaci poiché percepibili come recensioni o proposte mai troppo smaccate. Un sito da navigare per trovare tante informazioni interessanti ed utili per chi ha una presenza in rete anche al di fuori del tema principale.

 

 

I Blog di “Bloginrete”

Dal 2019 SEOSpirito ha attivato BlogInRete, un percorso formativo professionale costituito da webinar della durata di un anno per raggiungere risultati nel blogging. Adatto a blogger, aspiranti blogger, aziende che hanno un blog, web writer che vogliono scrivere per  i blog altrui con la voglia di sviluppare il proprio business online apprezzando la community, ha fino ad ora raccolto decine di adesioni.

Riferendoci in generale ai campi entro cui si è svolto lo studio, proponiamo alcuni esempi di blog dei partecipanti ai corsi con principale riferimento a quelli dell’annata 2020/2021 che suggeriamo di visitare subito e poi riconsiderare nel futuro per scoprirne l’evoluzione.

 

Agostino Budelacci - cuocogoloso.itCuoco Goloso è il luogo virtuale dove Agostino Budelacci, cuoco romagnolo, racconta le sue ricette, ma soprattutto la sua enorme passione per la cucina ed il gusto. Tante categorie e tante preparazioni, ma un solo obiettivo: consentire a chiunque di godere del piacere di realizzare piatti anche semplici, ma che fanno gioire chi li crea e chi li mangia.

 

Maria Rosaria De Luca - cucinacasareccia.itCucina Casareccia di Maria Rosaria De Luca, delegata per la Toscana dell’Associazione Italiana Foodblogger, è il punto di approdo, ma anche un nuovo trampolino di lancio di una simpaticissima e preparata amante della cucina che ha esordito in televisione per poi giungere al web e rafforzare il messaggio che le pietanze semplici non è detto che siano sempre banali. Maria Rosaria De Luca spiega in particolare come realizzare in casa squisitezze e assaporare sempre cibo genuino. Tutte da seguire anche le videoricette pubblicate sulla pagina Facebook.

 

 

 

Vittoria Tassoni - vittoriaincucina.itVittoria in Cucina è il blog della scoppiettante Vittoria Tassoni. L’attenzione della caposala ospedaliera con tanta esperienza in sala operatoria si mescola con l’amore per la cucina della cuoca esperta soprattutto delle tradizioni della zona di Tarquinia, dove vive. Le istruzioni per comporre i piatti sono sempre completate dal racconto della loro storia e dai dettagli da seguire per garantire la massima cura del piatto. Spesso coinvolta da specifiche trasmissioni, in video appare molto professionale, ma presto metterà a frutto anche nelle lezioni filmate la sua esuberante schiettezza e simpatia.

 

 

 

 

Niva Florio - nevolenuvole.it.itNevole Nuvole significa Abruzzo in tavola. Niva Florio, “cresciuta a nevole e prelibatezze abruzzesi in una casa immersa fra gli ulivi delle verdi colline pescaresi, in un luogo che sembra sospeso fra le nuvole”, ha realizzato un blog molto ben strutturato entro cui il lettore può scoprire tutte le sfaccettature gastronomiche della regione incastonata tra l’Adriatico e gli Appennini. Si aggiungono le narrazioni delle esperienze della blogger alla scoperta di sapori e materie prime d’eccezione attraverso tutta la sua terra. Assolutamente da non perdere il post sul Parrozzo d’Abruzzo, dolce tipico pescarese decantato anche da Gabriele D’Annunzio.

 

appetibilisAppetibilis.net è lo spazio web di Orsola Ciriello Kogan, foodstylist e blogger tra Roma, New York e Mosca. Data la conoscenza linguistica dell’autrice è normale trovare testi in Italiano inframmezzati da altri in Inglese, destinati prevalentemente ad un pubblico d’Oltreoceano a cui non solo viene proposta l’arte culinaria del Bel Paese, ma anche tante indicazioni utili ad apprezzarne al meglio il lifestyle. Orsola Ciriello Kogan è soprattutto una bravissima fotografa di cibo e viene spesso coinvolta da chef che desiderano porre in risalto le proprie creazioni. Conta anche diverse partecipazioni a contest di settore. Esperienze che puntualmente divengono materiale per un blog che forse deve ancora trovare un equilibrio e il corretto ordine espositivo, ma che sicuramente presenta articoli scritti con inconfondibile stile.

 

Sabrina Lorenzoni - curiosadinatura.itCuriosa di Natura raccoglie dal 2011 notizie, approfondimenti e curiosità vagliate da Sabrina Lorenzoni, milanese laureata in Scienze Biologiche ad Indirizzo Ecologico. L’intenzione dichiarata è quella di “far conoscere a tutti la bellezza della natura, raccontando le esperienze di chi ha fatto la differenza per il Pianeta”. Obiettivo sicuramente raggiunto poiché nei post si intersecano scienza e tecnologia con particolare attenzione all’ecologia, all’etologia ed al rapporto uomo-natura-animali secondo un metodo accattivante che supera il mero intento divulgativo. Di particolare valore la sezione “Li abbiamo aiutati così” che cataloga con l’omonimo hashtag azioni di persone o aziende che abbiano puntato o puntino alla salvaguardia ambientale.

 

 

Francesca Lucente - leggiamorevolution.comLeggiAmo revolution ovvero come farsi guidare nella lettura da chi è convinta che un libro sia il primo mattone per costruire il proprio futuro. Francesca Lucente non recensisce libri, ma guida chi si avvicina al suo blog a scoprirli e ad innamorarsene partendo dal concetto che un testo è sempre fonte di arricchimento personale. Il sito è chiaramente in fase di sviluppo anche perché la blogger si divide tra la redazione di articoli per il proprio canale web e diverse collaborazioni.

 

 

 

Francesca Fughelli - libringioco.itLibringioco è la risposta sul web a tutti i genitori che cercano delle ottime letture per i propri figli, ma anche a tutti coloro che seguono i bambini nel loro percorso (giocoso) di apprendimento. Francesca Fughelli, bolognese, è soprattutto attiva nella promozione alla lettura presso le scuole, le biblioteche e le librerie, oltre ovviamente a essere una book blogger con in mente i giovani lettori dagli 11 ai 13 anni. Tantissime le categorie tra cui il visitatore del sito può muoversi poiché la letteratura per i bambini viene osservata da differenti angolazioni: l’età di chi legge, i generi e le tematiche. C’è ovviamente anche spazio per le interviste ad autori, insegnanti ed operatori del ramo.
Dal blog emerge tuttavia soprattutto la professionalità di Francesca Fughelli che si propone non solo come divulgatrice, ma anche come stimolatrice della buona lettura.

 

Antonella Bruzzone - consapevolmenteconnessi.itConsapevolmente connessi rende semplice a tutti la comprensione della sicurezza informatica e propone in maniera chiara i fondamenti dell’educazione digitale. Da Antonella Bruzzone, ingegnere informatico genovese, non ci si poteva aspettare meno di una serie di attente e precisissime trattazioni di questioni che spaziano dall’uso consapevole dello smartphone alla tutela personale online. Non si tratta tuttavia di scritti per addetti ai lavori o addirittura per “nerd”, ma articoli di facile comprensione che hanno scopo di illustrare soprattutto ai genitori gli accorgimenti da adottare affinché i propri figli non abbiano esperienze rischiose in rete ed evitino la dipendenza tecnologica. Istruzioni su come muoversi tra tecnologia e informatica comunque utilissime per tutti.
Un unico punto su cui porre attenzione: ad oggi quando si apre il sito lo schermo viene ancora riempito totalmente dall’immagine della testata, basta però scorrere in basso per addentrarsi tra i contenuti e diventare più consapevoli del mare digitale in cui siamo immersi.

 

Laura Franceschi - fattiraccontare.itFatti raccontare è il blog in cui Laura Franceschi presenta storie di persone, imprese e progetti. Non vi si leggono curiosità e notizie strane, ma esperienze di successo, percorsi di crescita, sviluppi di attività. Tutto frutto di incontri con i protagonisti, scoperte di luoghi, percezione di sensazioni filtrati dalla sensibilità di una blogger dalla penna o, meglio, tastiera, coinvolgente e piena di entusiasmo. I racconti parlano di cibo, arte e creatività, moda, turismo e cultura, benessere. La categoria “Progetti speciali” non contiene solo i progetti non riferibili agli altri raggruppamenti, bensì iniziative trasversali o di particolare rilievo. Il sito è ben strutturato e facilmente navigabile; costantemente aggiornato. Quello che si può scoprire è difficilmente riscontrabile altrove a meno di muoversi parecchio su Google e raccogliere pezzi da una parte e dall’altra. Qui c’è tanto di positivo, in tutti i sensi.

 

Petra RovittiPetra Rovitti è insegnante di Inglese e guida turistica tutto in uno. Il proposito del blog Petrarovitti.com della vulcanica calabrese è chiaro già dalla home page: con lei si può imparare e perfezionare la conoscenza della lingua anglosassone o andare in giro a scoprire le bellezze del mondo. La parte relativa al turismo è ricca di ricordi di viaggio ed in particolare di suggestioni stimolate da scenari artistici e naturali, il più delle volte rappresentate attraverso un’immagine e una strofa di una canzone o di una poesia, così come da una citazione d’autore. La metà dedicata all’istruzione della lingua Inglese, decisamente più sviluppata dato lo specifico scopo dell’autrice di renderla principale e di attrarre pubblico interessato ai corsi, si suddivide tra articoli a carattere didattico, esercizi e testi che favoriscono l’approccio alla comprensione e allo studio della lingua. Per provare è sufficiente richiedere una lezione gratuita.

 

Rita Palazzi - notonlytwenty.itNot Only Twenty: la moda vista con gli occhi di una splendida over 50, Rita Palazzi. Cresciuta nell’atelier sartoriale della madre e della zia, la moda è infatti sempre stata parte della vita della blogger toscana. Il suo sito è dedicato non solo alle donne che “hanno superato gli anta e non indossano necessariamente solo una 38”, ma anche a tutte quelle che lavorano, si dedicano alla famiglia, ma comunque non dimenticano di volersi bene e di godersi la loro bellezza. Oltre ai consigli su cosa indossare, tanti sono anche i post sulla cura del corpo con suggerimenti diretti sulle pratiche da adottare e sui migliori prodotti soprattutto per la pelle che hanno permesso all’autrice di stringere importanti collaborazioni con case internazionali senza perdere l’autonomia di cui va fiera. Rilevanza e affidabilità hanno consentito alla blogger di essere riconosciuta anche da altri siti, da testate giornalistiche e da riviste come si può notare scorrendo gli articoli della categoria “Dicono di me”. La dimostrazione che la personalità è una delle chiavi per emergere anche nel web.

 

Carlotta Stacchini - estetarisponde.itEsteta Risponde, anzi Carlotta Stacchini risponde ad ogni quesito inerente cosmetici, cura del viso e del corpo. Tantissime pagine di prove di smalti, creme, sieri, rossetti, fondotinta, trucchi e gamme di prodotti per la detersione accurata, efficace e sicura. Collaborano insieme a lei le writer Gloria De Blasi e Francesca Gangemi ed il blog si completa con le sezioni dedicate ai trattamenti benessere e alle spa. Tutti i principali marchi sono passati al vaglio e grazie ad un’ottima gestione dei tag è possibile anche scorrere le raccolte degli articoli per brand, una chicca soprattutto per le fedeli clienti di specifiche aziende. Il volume degli articoli è conseguentemente enorme anche perché il sito ha ormai raggiunto i dieci anni di attività. Chi è in cerca delle ultime novità in campo beauty ha sicuramente un punto della rete in cui soddisfare ogni curiosità.

Ci piacerebbe scrivere contenuti per aiutarti nel tuo business