Troviamo molto interessante la lettura della Guida Completa al SEO on-Page pubblicata sul Sej (Search Engine Journal). Si tratta di un manuale dettagliato che abbiamo voluto tradurre in Italiano per tutti coloro che vogliono potenziare il SEO on-page attraverso un buon uso di E-A-T e YMYL.

E-A-T è l’acronimo di Expertise, Authoritativeness and Trustworthiness, ovvero “competenza, autorevolezza e affidabilità”.
Volti ad un’analisi attenta degli elementi che maggiormente influenzano un SEO di successo, vogliamo dare debita attenzione a quest’elemento, che possiamo definire cruciale.

E-A-T è l’algoritmo creato da Google e con cui esso valuta l’attendibilità e l’utilità dei testi che accoglie tra le proprie pagine. Pensato per una diffusione onesta e funzionale di dati, notizie e di ogni tipo d’informazione, è l’aiuto quasi “umano” che il motore di ricerca offre all’utente, permettendogli di orientarsi con fiducia tra le informazioni pertinenti alla sua query.
Se ti occupi di SEO off e on-page da un po’ di tempo, saprai che Google ha comunque dato grande rilievo ai concetti di autorità, rilevanza e credibilità anche prima della creazione di un algoritmo perfetto come quello che stiamo trattando.
Ciò che accende il dibattito tra molti autori di articoli destinati alla pubblicazione in rete è il fatto che esso non rientri tra i fattori di ranking, eppure influenzi così decisamente il posizionamento. Immaginiamo, perciò, che siano in larga parte dei valutatori umani ad occuparsi della qualità dei contenuti, ma sappiamo anche che essi non influiscono direttamente sulla classifica di ogni singolo sito web.

Vedremo insieme come, anche senza avere un’influenza diretta, E-A-T possa potenziare la tua presenza online.
Per maggiore completezza, ci dedicheremo brevemente anche ad un altro aspetto assolutamente prossimo a quello trattato, quello di YMYL (Your Money Your Life).
Ne otterrai suggerimenti utili e imparerai ad utilizzare questi strumenti per potenziare il tuo SEO on-page.

Che cos’è esattamente E-A-T di Google?

Nel linguaggio di Google, E-A-T sta per Expertise, Authoritativeness e Trustworthiness, ovvero competenza, autorevolezza e affidabilità ed è uno dei criteri attraverso cui esso valuta gli articoli e i siti che pubblica. Più un contenuto è autorevole, maggiore è la sua visibilità.

Analizziamo individualmente ciascun fattore E-A-T.

Expertise indica la Competenza che l’autore deve avere rispetto all’argomento di cui scrive.
In alcuni contesti può bastare la semplice esperienza di vita. In altri casi, in cui si trattano tematiche professionali, è indispensabile che vi sia pieno possesso del tema trattato.
È perciò importante che chi crea i tuoi contenuti sappia fornire testi accurati e utili ai fini dell’informazione.

Authoritativeness è l’ Autorevolezza. Essa viene dimostrata da Google attraverso citazioni come link, menzioni, condivisioni o recensioni, che attestino la popolarità del tema trattato e della sua fonte. È una sorta di reputazione online, che possiamo costruire creando contenuti utili su temi di cui abbiamo parlato precedentemente, nel rispetto dei parametri stabiliti da E-A-T.

Trustworthiness è infine l’Attendibilità. Guadagnare la fiducia in rete richiede un duro lavoro e, solo grazie ad essa, le persone possono decidere di preferire il tuo prodotto o la tua idea rispetto ad un’altra. Puoi aumentare la tua affidabilità evidenziando le credenziali dei tuoi autori e del sito web. Premi, testimonianze, specializzazioni e altri fattori di attendibilità possono comprovare l’affidabilità di quanto scritto nelle tue pagine.

All’ algoritmo E-A-T si lega anche il concetto YMYL di Google. È l’acronimo de “Il tuo denaro La tua vita” ed il criterio con cui vengono classificati i siti che trattano tematiche con un impatto su felicità, salute, stabilità finanziaria o sicurezza. Google esige per questo tipo di sito uno standard molto elevato, vista la rilevanza dei contenuti. È quindi fondamentale assicurarsi che qualsiasi contenuto presente aiuti e non nuoccia a chi lo consulta.

Vuoi provare ad avere accanto professionisti del contenuto?

Perché E-A-T è importante per Il tuo SEO?

E-A-T è importante per il tuo SEO, perchè Google considera il contenuto come uno dei fattori che influiscono sul posizionamento. Ne va da sé che i siti che trattano argomenti approfonditamente e con coerenza appaiano tra i primi nella pagina del motore di ricerca.
Per questo è evidente che devi sempre prendere in considerazione E-A-T per un ottimo esito della strategia SEO.
Vediamo insieme come identificare i contenuti in base alle loro caratteristiche.
Testi qualitativamente buoni sono quelli che:

  • hanno uno scopo veritiero, benefico e importante per l’utente;
  • sono scritti da autori competenti;
  • nascono da un autore con una buona e comprovata reputazione digitale;
  • risultano affidabili grazie a fonti e testimonianze;
  • soddisfano le esigenze del sito web (es.: un e-commerce deve avere un servizio clienti online ben strutturato);
  • sfruttano altre opportunità come le immagini;
  • hanno un numero soddisfacente di validi contenuti principali.

 

Un articolo di basso livello è, invece, quello:

  • ingannevole, che diffonde disinformazione e sentimenti socialmente negativi;
  • con MC (Main Content, ovvero il Contenuto Principale) poveri e insoddisfacenti in termini di quantità;
  • con un titolo volutamente esagerato e scioccante;
  • creato da chiunque non goda di buon credito in rete oppure anonimo;

in cui la pubblicità (Ads) o iSC (Supplementary Content, cioè i Contenuti Aggiuntivi) distolgono dall’ MC.

 

Un articolo di basso livello è, invece, quello:
ingannevole, che diffonde disinformazione e sentimenti socialmente negativi;
con MC (Main Content, ovvero il Contenuto Principale) poveri e insoddisfacenti in termini di quantità;
con un titolo volutamente esagerato e scioccante;
creato da chiunque non goda di buon credito in rete oppure anonimo;
in cui la pubblicità (Ads) o i SC (Supplementary Content, cioè i Contenuti Aggiuntivi) distolgono dall’ MC.

Sebbene E-A-T risulti maggiore nelle pagine con un SEO di qualità più elevata e nelle YMYL, Google applica lo stesso algoritmo a prescindere dalla tematica trattata, inclusi gossip, moda, umorismo, forum, ecc. Questo significa che se vuoi che la tua azienda, il tuo business o le tue idee siano visibili e facilmente trovabili, è importante che tu ti attenga a questi parametri, creando articoli che contribuiscano a un’informazione corretta e veritiera.

Come migliorare l’E-A-T del sito Web

Abbiamo preparato alcune pratiche linee guida per aiutarti a migliorare l’ E-A-T del tuo sito web, affinché Google lo pubblicizzi in modo visibile nelle SERP, garantendoti maggior traffico e conversioni.

Per aiutare il posizionamento del tuo sito Web, identificane sempre gli autori con un Byline & Bio, conferendo “professionalità giornalistica” ai tuoi articoli. Evidenzia tramite una pagina apposita i dettagli biografici di ogni persona che crea contenuti per te. Se poi l’autore è un esperto riconosciuto nel settore, mettilo assolutamente in evidenza.

  1. Rendi le tue informazioni di contatto facili da trovare, collegandole appropriatamente al “Chi siamo” e/o “Contattaci”.
  2. Rimuovi il contenuto di bassa qualità. Danny Goodwin, redattore esecutivo del motore di ricerca, sottolinea l’importanza di decidere se migliorare o rimuovere un articolo vecchio o obsoleto. Questa dovrebbe essere sempre l’ultima risorsa, ma talvolta è necessaria per avere un buon E-A-T.
  3. Infondi fiducia nel tuo marchio, aumentandone la reputazione positiva. Puoi farlo attraverso la leadership del pensiero, condividendo un genere d’ informazione importante per il tuo pubblico. Sii sempre onesto e rispetta l’utente, trasmettendo messaggi veritieri e utili.
  4. Infine impegnati a migliorare i tuoi testi. Ti richiederà tempo, ma inciderà positivamente sull’ E-A-T e sulle prestazioni del tuo sito web, soprattutto se si tratta di un YMYL.

Ecco una breve sintesi di ciò che devi fare per aumentare l’ E-A-T:

affidati ad un autore prestigioso;
aggiungi citazioni di esperti;

  • apporta modifiche volte a migliorare leggibilità, grammatica, ortografia e struttura.
  • offri completezza d’informazione;
  • scrivi un titolo efficace;
  • impreziosisci con foto o grafici sempre ottimizzati;
  • inserisci un video per trattenere i visitatori più a lungo.

Prima di proseguire con la scoperta dei capitoli successivi, ringraziamo il Sej per questa perla SEO. Al link https://www.searchenginejournal.com/on-page-seo/ troverete il testo in lingua originale, ma, se vorrete rendere l’apprendimento più semplice, potrete affidarvi alle pagine da noi qui fedelmente tradotte.

Ci piacerebbe scrivere contenuti per aiutarti nel tuo business

Sabrina Santoro

Sabrina Santoro

Copywriter

Ho sempre scritto tanto per me, per fermare i momenti speciali. Grazie alla scrittura ho immortalato luoghi e persone preziose, che solo con pochissimi ho condiviso.
Oggi compongo anche testi per le aziende, per trasmettere la loro anima sul web e avvicinarle a tutte le persone che sono interessate alla loro attività. Lo faccio con passione, interpretando l'impegno e la determinazione dei committenti.
Trovo me stessa sparsa tra le pagine di certi grandi, soprattutto ne "La bella estate" del Pavese e libero le mie parole urlando, stonata come pochi, tutte le canzoni degli ultimi 70 anni, pur avendone io ancora parecchi meno.

Pin It on Pinterest

Shares