Sono una copywriter per il web. Questo dovrei rispondere a chi mi chiede di cosa mi occupo. Però ho sempre timore che questo connubio di vocaboli confonda il mio interlocutore e, a dirla tutta, ne sono talmente orgogliosa, che a volte mi domando se non sia un po’ presuntuoso definirmi tale.

Fin da piccola mi hanno insegnato che le parole hanno un peso, così ho pian piano imparato a ponderarne bene il significato e le loro conseguenze. Esse influiscono sull’umore, trasmettono un’impressione del nostro carattere, generano pace o disaccordo e curano l’anima. Una parola usata bene, può fare magie. È questa variante di “parola magica”, che spero che mio figlio, ancora in età da elementari, impari ad usare con onestà e coerenza.
Sono un’ irriducibile chiacchierona e la scrittura è il mio riscatto. Mi piace riuscire a ridurre all’essenziale i pensieri e metterli su carta, o su schermo ormai. Scegliere la parola giusta, quella perfetta per ciascun contesto è un’arte, che mi affascina e a cui la nostra lingua si presta, con termini dalle infinite sfumature.

Nasco traduttrice per passione, perché amo tutte le lingue, dalla mia a quelle straniere composte da suoni così fluidi. Sono una melodia soprattutto quando non riusciamo a discernerne il significato ed è questo che ho sempre amato: entrare in quella musica di cui ciascun madrelingua assapora le note ad una ad una. Domino in maniera agile l’Inglese, il Francese e l’Arabo principalmente Egiziano. Amo lo Spagnolo, che non riesco a possedere interamente per la troppa vicinanza con l’Italiano e me la cavo in una conversazione familiare in Dhivehi. Anche mio marito parla le lingue più diffuse nel mondo, tra cui anche il Portoghese e si destreggia signorilmente tra Greco moderno e Tedesco. Scherzando, ci piace dire che in due copriamo le intere esigenze linguistiche del pianeta!

Vuoi provare ad avere accanto professionisti del contenuto?

Grazie ad un annuncio per traduzioni, un po’ di anni fa ho incontrato Giulia, che, con un profluvio di parole, una pioggia di email e manuali, a dosi non troppo piccole mi ha trasmesso cosa fosse l’ottimizzazione e mi ha presentato Google con le sue velleità.
All’inizio è stato difficile orientarmi tra applicativi, screenshot e schermate che mi ammonivano digitalmente per non aver calibrato bene il mio testo. Mi occupavo di tradurre in Inglese ciò che i suoi copy redigevano e, camminando dietro alle loro molliche di pane, ho imparato ad orientarmi nel magico mondo del SEO. Nel frattempo il mio bimbo pronunciava le prime parole e spargeva giochi di gomma sui miei piedi fermi sotto la scrivania.

Proprio mentre il suo lessico si faceva sempre più ricco e i miei spazi mentali liberi un po’ più ampi, ho deciso di affrontare con autorevolezza anche la mia lingua madre e scrivere di mio pugno per alcune agenzie di web marketing locale. Ho scoperto così che qualsiasi argomento ti diventa piacevole, se lo fai tuo. Così, tra interior design e coperture edili, fantastiche SPA e industrie meccaniche, ho governato temi nuovi, studiandoli e pensando ai bisogni di chi ne avrebbe letto.

All’improvviso la svolta:
– Sabrina, ci sarebbe da scrivere qualcosa in Italiano.

Era la chiamata del mio SeoSpirito, da ascoltare a prescindere da tutti gli impegni che già avevo: una priorità da rispettare, la possibilità di imparare senza fine e la gratitudine per chi aveva già in passato investito sulla mia formazione.

Il mio percorso SEOSpirituale è ancora lungo e pieno di nuova conoscenza. I motori di ricerca sono delle entità superiori esigenti e volubili ed io mi sento come un piccolo tramite tra loro, le aziende che a buon motivo vogliono lasciare un segno di sé in rete e gli utenti di internet, di cui anch’io a mia volta faccio parte. Il mio compito è dare informazioni oneste, rispettose del lavoro di imprenditori, che hanno scelto la via più attuale per incontrare le esigenze di clienti vicini e lontani. A questo si aggiunge la fortuna di poter usare la parola come un incantesimo, che attraversando il web infrange ogni distanza.

Ci piacerebbe scrivere contenuti per aiutarti nel tuo business

Sabrina Santoro

Sabrina Santoro

Copywriter

Ho sempre scritto tanto per me, per fermare i momenti speciali. Grazie alla scrittura ho immortalato luoghi e persone preziose, che solo con pochissimi ho condiviso.
Oggi compongo anche testi per le aziende, per trasmettere la loro anima sul web e avvicinarle a tutte le persone che sono interessate alla loro attività. Lo faccio con passione, interpretando l'impegno e la determinazione dei committenti.
Trovo me stessa sparsa tra le pagine di certi grandi, soprattutto ne "La bella estate" del Pavese e libero le mie parole urlando, stonata come pochi, tutte le canzoni degli ultimi 70 anni, pur avendone io ancora parecchi meno.

Pin It on Pinterest

Shares