Se cinque anni fa mi avessero chiesto di fare la copywriter per il web avrei pensato che stessero scherzando.
Sì, perché fino ad allora il mio uso del computer era rivolto soltanto alla ricerca. Come fisioterapista avevo bisogno di articoli specialistici particolari, quelli che non riuscivo a reperire nelle numerose riviste alle quali sono abbonata.
Cinque anni fa la svolta: ho deciso di aprire un blog. Un blog per donne over50 come me, dove parlo di moda, la mia grande passione, di bellezza e, soprattutto, di problematiche femminili inerenti a questa difficile età.

Non mi manca l’empatia per parlare con le donne, ma trasmettere messaggi, coinvolgerle emotivamente, catturare la loro attenzione attraverso il web, è una cosa molto diversa.
Il web richiede chiarezza di esposizione, competenza della materia trattata e conoscenza della nostra lingua.

La chiarezza è fondamentale perché chi ci legge possa capire bene quello che vogliamo dire.
La competenza è un altro elemento essenziale, parlare senza dire nulla non paga, le persone vogliono avere informazioni utili ai loro bisogni. Per fare un esempio: sapere dove, come, quando indossare un abito e perché quel tipo d’abito e non un altro. Perché quella crema e non un’altra.

Infine, se anche siamo chiari e competenti, ma non sappiamo scrivere saremo penalizzati nel risultato. La lingua italiana è meravigliosa, con un numero così vasto di parole tra le quali scegliere da far venire il capogiro. È proprio la scelta di queste parole che sarà fondamentale per permettere al nostro articolo di essere letto da un grande numero di persone.

Questa è la parte che all’inizio mi ha intimorito di più. Sono una persona passionale che mette sempre il cuore in tutto quello che fa e in questo mi aiuta molto il linguaggio del corpo: un sorriso, uno sguardo accigliato, un abbraccio, un occhiolino mi hanno sempre aiutato nella comunicazione. Riuscire a trasmettere tutta l’emotività che c’è dietro a ogni messaggio non è sempre facile, ma come ho detto, la nostra lingua è meravigliosa e quello che può sembrare difficile, con l’allenamento diventa un vero e proprio piacere.

Vuoi provare ad avere accanto professionisti del contenuto?

Ho iniziato a scrivere per essere la voce delle donne over50.
Quelle donne molto spesso poco apprezzate da mariti stanchi e da figli egoisti ed esigenti.

Vorrei che ognuna di noi si sentisse speciale solo perché esiste, per le esperienze di vita, per i dolori provati, per le risate fatte a squarciagola, per il sapere, per la voglia di vivere.

Il mio lavoro di fisioterapista mi ha insegnato molto. È facile parlare di cose private e molto personali quando hai un rapporto molto intimo con le persone, e le donne con le quali ho lavorato mi hanno mostrato le mille sfaccettature dello stesso mondo.
Una cosa ho trovato in comune tra tutte le donne over50: la mancanza di gratificazione, soprattutto in famiglia.

Per questo motivo mi rivolgo alle donne che hanno superato i cinquant’anni, che vivono male il periodo della menopausa (come è successo a me), che non si vedono belle, che si sentono finite, che hanno una scarsa autostima.

Parlare di questi argomenti mi ha portato sempre più consenso, molte donne si riconoscono nelle tematiche che tratto nei post e sempre più donne interagiscono. La comunity che si è creata è come se fosse un gruppo di supporto, come quando sei tra amiche vere e non hai paura di essere giudicata e di mostrare la tua fragilità, ma sei sicura che avrai comprensione e sostegno.

Per cosa voglio distinguermi? Per la gentilezza.
La gentilezza, le belle parole sono molto importanti per me.
Spiegare come ci si sente quando abbiamo problemi, quando non ci sentiamo apprezzate, quando non ci sentiamo desiderate ha bisogno di un linguaggio delicato, che faccia capire l’emozione, ma che non sia troppo brusco.
Non è assolutamente vero che per fare breccia nel cuore delle persone il linguaggio debba essere diretto e forte, le parole gentili sono quelle che arrivano subito al cuore.
Noi over50 abbiamo superato l’età dell’urgenza, questa è l’età della bellezza e della meraviglia.

Vuoi conoscere Rita?

Rita Palazzi

Rita Palazzi

Fisioterapista e creatrice del blog Not Only Twenty.

Da sempre appassionata di moda, superati i 50 anni ho deciso che era giunto il momento di dar voce alle donne over 50 per riscattare un’età penalizzata dalla società. L’intento era quello di rendere manifesto che le donne over50 hanno progetti, amano vestirsi, sentirsi belle e desiderate.
Vorrei che tutte le donne si sentissero belle per il loro vissuto, per le emozioni che provano e per l’unicità che rappresentano.

Rita Palazzi partecipa al progetto "Bloginrete" e fa parte de LeROSA.