Di che cosa scrivo? Di cucina, di finanziamenti alle imprese e di sport. A breve un nuovo progetto editoriale sempre sul tema food. Mi sto davvero appassionando! Ma ancora non vi ho detto chi sono.

“Copicosa?” direbbe mia mamma. E alle volte me lo domando anch’io. Ci sto cascando dentro per caso, e mi pare che imparare a fare i tuffi carpiati alla mia età sia difficilissimo. Invece ho iniziato a scrivere, prima per una, poi per due riviste on line, ho creato il mio blog BluMirtillo, sono diventata pubblicista ed eccomi qui attaccata al pc con il grandissimo desiderio di condividere con il mio lettore della rete le passioni che abbiamo in comune, ma anche quelle che ci distinguono, le novità nei settori che amiamo e così via.

Sono Giusy Locati. Veramente Giuseppina. Un nome ereditato dalla nonna che a 10 anni non puoi che mal digerire. Ed è anche un po’ a causa di questo nome così “antico” che la mia crisi preadolescenziale è iniziata prima. Rendendomi la supponente ribelle che sono ora. Nella vita ho avuto la fortuna di trovare solo persone che mi hanno assecondato e, a 50 anni (quasi compiuti), il processo di rafforzamento è terminato: sono aggressiva, cocciuta e controcorrente. Una femmina alfa difficile da sopportare.

Vuoi provare ad avere accanto professionisti del contenuto?

Sistemata la questione carattere – perché non è mai bello non conoscere il temperamento di chi state leggendo – passiamo alla questione scrittura. Vengo dal mondo dell’Euro-progettazione. Ma dell’Euro-progettazione di 30 anni, fa quando per far passare un progetto dovevi scrivere migliaia e migliaia di parole. (Attimo di silenzio, sospirone, lacrimuccia). Ve lo immaginate che pacchia per una come me che adora scrivere? Scelto l’argomento mi documentavo, contattavo gli esperti del settore, comprendevo le loro specifiche necessità e creavo la richiesta di finanziamento. Lo faccio ancora adesso. E’ il mio lavoro principale. Ma nel frattempo è successa una cosa terribile. La definirei TRAGEDIA.

Uno dopo l’altro i principali portali hanno introdotto il “numero massimo di parole” per campo. Credo che in un momento di estrema depressione qualche progettista abbia persino proposto un gruppo tipo alcolisti anonimi: “ciao sono un euro-progettista e da un mese illustro un’idea in meno di 4000 parole”. Iniziava per tutti noi un nuovo modo di fare i progetti in base al quale, per spiegare concetti complicatissimi (come ed esempio il funzionamento di un nuovo rilevatore a raggi X), avevi a disposizione uno spazio grande quanto un francobollo.

Ad aggravare la situazione è arrivato una sorta di post produzione progetto, che per noi euro-progettisti è l’abstract da pubblicare in rete. Un concentrato di parole che l’estratto di pomodoro al confronto è sugo. E con l’abstract è arrivata la mia totale rassegnazione ad una nuova scrittura, quella per il web, che ha regole e schemi completamente differenti. Una provocazione che, con il tempo, si è invece trasformata in entusiasmo e voglia di scoprire un nuovo modo di scrivere che, devo dire, mi sta proprio coinvolgendo! Così ho iniziato a leggere sull’argomento, a seguire corsi di formazione e a rivedere i miei pezzi pensando alla rete. Nuove regole, nuovi stili di comportamento. Mi piace! E lotto, giuro, lotto ogni giorno affinché SEO e creatività possano coesistere e regalarmi grandi soddisfazioni.

Perché, sarà retorico, ma la lettrice più esigente di me stessa sono proprio io.

Vuoi conoscere Giusy?

Giusy Locati

Giusy Locati

Imprenditrice, psicologa, pubblicista e sommelier

Adoro gli animali, il mare e il buon vino. Amo la cucina semplice e veloce. Ho ideato l’hashtag #NoStress in cucina e ho raccolto le mie ricette in un blog: BluMirtillo utile aiuto a chi non ha molto tempo da dedicare alla cucina ma ha voglia di preparare piatti squisiti.

Giusy Locati partecipa al progetto "Bloginrete" e fa parte de LeROSA.