Le prenotazioni di viaggi online da smartphone sono in continuo aumento: siamo pronti ad accogliere questi clienti sul nostro sito?  

Tra il 2016 e il 2017, il 45 % degli italiani che usano internet, ha navigato su siti di viaggio esclusivamente da mobile e le tendenze promettono che il numero continuerà ad aumentare.
(
Fonte: emarkerter. Articolo: Mobile only Internet users surpass desktop only users Italy)

Prenotare viaggi on line: le “6 i del nuovo turista

(Fonte: Josep Ejarque, Social Media Marketing per il turismo- Hoepli)

Non è cambiato solo il modo di prenotare i viaggi on line. Anche la motivazione che spinge le persone a spostarsi è diversa. Per conquistare il nuovo turista, dobbiamo capire che cosa desidera.
Josep Ejarque, esperto di Destination Management, lo descrive con le “6 i”:

  • innovatore: alla continua ricerca di esperienze nuove;
  • informato: legge e confronta fin nei dettagli;
  • impaziente: è abituato alla velocità del click;
  • illuso: carica di aspettative la sua fuga dalla quotidianità;
  • infedele: non ama tornare negli stessi luoghi;
  • intossicato: sempre connesso e influenzato da quello che legge on line.

Prima di prenotare dedica molto tempo a valutare quale sia la sistemazione migliore: farà un confronto sui siti delle agenzie on line, approfondirà sulle pagine web delle strutture più interessanti, controllerà le recensioni su tripadvisor e leggerà i consigli dei blog di settore.

Davanti a questo cliente la coerenza è fondamentale: trasmettiamo i punti forti della nostra struttura su tutti i canali che possiamo presidiare, senza generare ambiguità. Prevediamo le sue tappe e diamogli tutte le conferme che cerca.

Siamo pronti a darti tanti consigli per il tuo business!

Sito mobile per viaggi: prenotazione assicurata

Se vogliamo intercettare i viaggiatori che prenotano da device portatili, dobbiamo assolutamente avere un sito mobile. Non possiamo accontentarci di un adattamento di tipo responsive (cioè lo stesso sito che si adatta alle dimensioni dello schermo), ma dobbiamo prevedere una navigazione apposita, semplificata e intuitiva, per chi ci legge da smartphone o tablet.

Se il nostro potenziale cliente arriverà sul nostro sito deve aver voglia di rimanerci il più a lungo possibile, navigare volentieri tra le informazioni e lasciarsi guidare lungo i percorsi che abbiamo progettato per lui. Quando lo avremo convinto, dovrà essere facile passare all’azione: se l’interfaccia di prenotazione è complicato, potrebbe rimandare o rinunciare.

Avere un sito mobile è parte integrante della nostra strategia SEO.

Disintermediare dalle OTA: missione possibile

Le grandi agenzie on line occupano spesso le prime posizioni delle pagine di ricerca grazie ad annunci a pagamento. È difficile competere con il budget di questi colossi, ma possiamo sfruttarli a nostro favore. I nuovi viaggiatori non si accontentano più di un veloce confronto sulle pagine delle OTA. Sempre più spesso cercano il sito web della struttura per verificare prezzi e offerte.

Possiamo approfittare di questa possibilità per proporre ai viaggiatori qualcosa di speciale che non trovano altrove: un pacchetto che comprende un’esperienza sul territorio, qualcosa di tipico che avranno solo prenotando direttamente da noi. Rendiamo questa navigazione piacevole grazie a un booking engine ben integrato che permette di verificare la disponibilità in tempo reale e progettiamo delle call to action evidenti.

Qualche ospite è arrivato grazie a una OTA? Offriamogli un piccolo regalo in cambio di un dato prezioso: la sua email. Avere un contatto diretto con lui ci dà la possibilità di inviargli contenuti personalizzati e di aumentare le probabilità di trasformarlo in un cliente diretto.

Per lavorare bene, quindi, investiamo in un sito mobile, un booking engine intuitivo e sfruttiamo tutti i canali possibili per instaurare un rapporto privilegiato con i clienti.
Facciamoci ricordare.

Vuoi far vivere un'esperienza originale al tuo prossimo cliente?

Marilisa Dalla Massara

Marilisa Dalla Massara

Web Strategist

Scovo le storie anche dove sembra che non ci siano: le ascolto e le racconto, mettendo assieme testo, immagini e un po’ di strategia. Sono una viaggiatrice e ho fatto del cambiamento uno stile di vita: programmo la meta, accolgo gli imprevisti, mi godo le avventure lungo il percorso. Amo il digitale che semplifica la vita, odio fare il cambio dell’armadio.

Pin It on Pinterest

Shares