Oggi intervista a Martina De Nardi, web marketing allo stato puro, giovane ragazza ma con le idee decise. Leggi un po’ come si racconta.

1- Piccolo Spazio Pubblicità di Vasco Rossi. Racconta chi sei, cosa fai e come lo fai

Mi chiamo Martina, ho 25 anni e sono una freelance che si occupa di LinkedIn e content Marketing per professionisti. Questa è la frase che utilizzo un po’ ovunque per descrivere e spiegare il mio lavoro, ma di fatto sono una blogger e una digital strategist, mi piace scrivere e raccontarmi sul mio blog, mi piace formarmi e mettere in pratica le migliori strategie dei blogger più grandi italiani e internazionali per i miei progetti personali.

Insomma, Freelance di necessità, blogger di passione.

Ad ogni modo, che si tratti di web marketing o dei miei Hobby, ogni cosa che faccio la affronto con il sorriso, mettendoci tutta la mia determinazione e il mio entusiasmo. Questi sono i capisaldi su cui si fonda la mia vita professionale e privata.

2- I migliori anni della nostra vita di Renato Zero. Nella tua carriera quali sono stati i momenti più belli?

I momenti più belli della mia carriera freelance sono quelli che riguardano il mio sito web, perché dal nulla sono riuscita a realizzare un portale online con più di 300 visite qualificate giornaliere e più di un migliaio di iscritti alla Newsletter.

In secondo luogo, ma non meno importante, sono le conoscenze e le amicizie che ho instaurato. Il web è un mondo davvero incredibile, se sai come muoverti e come usarlo; non solo ti porta soddisfazioni personali ed economiche, ma ti permette di conoscere persone fantastiche, ognuna unica nel suo genere e con qualcosa di meraviglioso da raccontare e da insegnarti.

3- Pensiero Stupendo di Patty Bravo. Per chi vorresti lavorare e perché?

Lavorare per me stessa mi fa sentire libera e senza vincoli, non dover rispondere a nessuno mi permette di migliorarmi continuamente per raggiungere sempre grandi soddisfazioni personali.

Questo è quello che mi sento di risponderti oggi. Considera che i miei modelli di riferimento sono i grandi blogger che vivono da nomadi digitali in giro per il mondo.

Ecco, io voglio arrivare a potermi sentire come loro, senza doverli copiare, ovviamente.

4- Vieni a vedere perché di Cesare Cremonini. Vieni a vedere perché mi piace il lavoro che svolgo

Il lavoro che faccio oggi mi piace perché lo faccio davvero per passione, perché mi piace poter lavorare con le persone e aiutarle a crescere, a sviluppare una magnifica presenza online, curata nei minimi particolari e fatta come si deve.

Mi piace perché scrivere e tenere aggiornato il mio sito, e rimanere sempre in contatto con quelli che mi seguono, mi fa sentire davvero bene, perché si tratta di una cosa che ho creato io, con le mie competenze e la mia volontà.

E poi il mio lavoro mi permette di evadere e di spaziare nei luoghi più diversi, in quanto posso collaborare con persone che vivono molto lontano da me, scoprire modi di fare e di pensare diversi dal mio, esplorare e conoscere realtà diverse ma sempre uniche nel loro genere.

Questa credo sia la cosa più bella del lavoro che faccio oggi.

5- E poi di Giorgia.  I tuoi prossimi progetti?

Voglio che il mio sito diventi un vero e proprio punto di riferimento per tantissime altre persone, soprattutto per i giovani della mia età. Voglio poter dimostrare che con un computer e le conoscenze giuste si può davvero vivere delle proprie passioni.

Ho anche altri progetti interessanti sempre legati al mondo del Personal Branding, strategia di crescita che considero estremamente importante al giorno d’oggi, per qualsiasi persona.

Ma non posso raccontarteli nei dettagli perché è ancora tutto in fase di lavorazione!

6- Il ricordo di un istante di Riccardo Cocciante. Ricordi qual è stato il momento preciso in cui hai deciso di lavorare in questo settore?

Credo che tutto sia nato da uno stage presso un’azienda che aveva appena messo online il suo e-commerce. Ho avuto modo di seguire in prima linea lo sviluppo e la crescita di questo negozio online, a fianco della responsabile Marketing.

Mi sono anche occupata del blog, e credo che sia stato proprio quello che mi ha fatto capire che si trattava di una cosa che mi piaceva molto e che poteva diventare qualcosa di più di un semplice stage.

In effetti, da quello è partito tutto il resto.

7- Le tasche piene di sassi di Jovanotti. Ci sono sassetti che vorresti toglierti, che ti hanno amareggiato o lo fanno ancora?

Il sistema Italia mi amareggia, le persone come me che lavorano da freelance in questo settore non sono valorizzate, e questo credo che sia un vero peccato.

Ma il mondo non lo si cambia da soli, a volte ci si deve adattare.

Mi amareggiano anche le persone che giudicano senza sapere davvero cosa fai, senza voler approfondire riguardo il tuo lavoro. Le critiche e i giudizi sono la piaga della società moderna, dovremmo imparare di più a non giudicare un libro dalla copertina ma piuttosto a capire nel profondo cosa spinge una persona a fare determinate cose e ad accettare le scelte di chi ci sta vicino, senza pregiudizi.

8- Tre cose di Malika Ayane. Tre sono le cose che devi ricordarti di fare…quali?

1. Svegliarmi con il sorriso e non vedere l’ora di alzarmi dal letto. Le giornate finiscono meglio se le inizio alla grande!

2. Ricordarmi che se è vero che casa=lavoro, è vero anche che non esiste solo quello, e che il pc va tenuto spento ogni tanto. Una delle più grandi difficoltà per me è staccare del tutto la mente dal computer, impostarmi degli orari fissi di lavoro giornalieri, e dedicare il resto del tempo ad amici e famiglia.
3. Scrivere tutto quello che devo fare, altrimenti faccio presto a dimenticarmi anche di uscire a fare la spesa! L’agenda cartacea è diventata un po’ la mia migliore amica in questi mesi

9- Splendide previsioni di Franco Battiato. Il web è sempre più importante nelle nostre vite. L’Italia deve ancora iniziare a sfruttare davvero questo potenziale mercato. Come li vedi i prossimi anni in questo settore?

Cerco di essere molto positiva, e spero che il futuro sia sempre più roseo per questo settore. Di sicuro chi si occupa di marketing nei prossimi anni non avrà problemi di “mancanza di clienti”, perché c’è sempre più necessità di capire come muoversi sul web.

La realtà è ben diversa però: credo che nei prossimi anni ci sarà sempre più crescita da un lato e sempre più spazzatura dall’altro, per cui si arriverà ad un punto di rottura critico, ritornando prima o poi alle origini, senza mondo digitale e modernità.

Per questo sto lavorando adesso su me stessa, voglio davvero diventare un modello di riferimento per moltissime persone, perché soltanto così gli effetti negativi del crollo (se mai ci saranno) non mi toccheranno così da vicino.

10- Un piccolo aiuto di Renato Zero

Punta sulle conoscenze delle persone che ritieni migliori e più importanti per la tua crescita professionale, senza secondi fini, ma perché le ritieni davvero uniche e speciali per il tuo lavoro e soprattutto per te stesso.

Ciò che ti può regalare una persona in termini di valori e cultura, non potrà mai dartelo nessun libro e nessun blog. Questo è quello che ho imparato nell’ultimo anno, e sono molto contenta di ciò perché fino a poco tempo fa ero una persona molto chiusa e introversa.

Ho affrontato le mie paure, mi sono messa in gioco e piano piano mi sono accorta che più andavo oltre i miei limiti caratteriali, più mi sentivo sicura di me.

Adesso lavorare con le persone mi fa stare davvero bene, e mi sono resa conto che nel profondo ho sempre saputo che era questo che “volevo fare da grande”.

 

Bene, siamo alla fine, certo che se tutti i giovani fossero come Martina De Nardi (provocazione) avremo bel filo da torcere noi vecchietti. E l’ora del #SEOSPIRITO PENSIERO, pronta?

Ti ringrazio per questa intervista Giulia, spero di aver lasciato qualche spunto utile e non banale per chi sta leggendo queste parole.

Da parte mia se dovessi tornare indietro non cambierei nulla di quello che ho fatto, perché ogni scelta e ogni decisione (seppur difficile) mi ha portato dove sono oggi, e mi ha permesso di conoscere persone straordinarie e uniche come te.

#SEOSPIRITO per me vuol dire questo, è quasi una filosofia di vita che racchiude la mentalità e l’entusiasmo di molte persone diverse, legate da un unico filo conduttore che si chiama Internet.

E non posso che ringraziarti e attendere con ansia il futuro che ci aspetta!

Pin It on Pinterest

Shares