Allora: ho chiesto consiglio alla rete che mi diceva di attendere settembre e io l’avrei pure fatto se non fosse che NON potevo rendermi conto di come sarebbe stato il mio blog senza prima aver pubblicato qualcosa.

Potrebbe essere perché non si deve mai lavorare a nuove idee di venerdì 17?

Da Paolo Verdiani a Luca Orlandini, da Michele Baldoni a Giovanni Bizzaro (con una R sola mi raccomando) mi era stato consigliato:

  1. aspettare settembre
  2. farlo solo se necessario

E GIURO CHE VI HO ASCOLTATI TUTTI.

Ma poi i miei neuroni hanno fatto a gara per mettermi in difficoltà: la prima settimana la mia Emma inizia l’asilo, avrò l’inserimento e sarò incasinata, la seconda inizio un progetto veramente biblico che già mi alletta ma so che sarà oneroso in termini di tempo, la terza starò preparando la prima #SEOSPIRITO DINNER e sarò agitata.

E, appurato che per me è necessario avere un luogo tutto mio, sapendo che tutto quello che scrivo mi è pure utile per il mio lavoro “personale personalmente” (espressione rubata e storpiata dal mitico Catarella del telefilm “Montalbano”), mi sono preparata per tempo.

E torniamo al punto di partenza: la prova per “vedere l’effetto che fa”.

Quindi voi leggete questo post che poi il vero lancio sarà il 9 settembre, una data per me importante affettivamente e che spero mi porti tanta tanta fortuna.

Ora, chiusa la lunga premessa, mi presento.

Ciao sono Giulia Bezzi mi occupo di aiutarti a dare visibilità al tuo sito (SEO), mi piace farlo soprattutto con le parole (COPY), poi ti aiuto a farti conoscere per il tuo brand perché, in caso contrario, rischiamo che seppur presente nelle ricerche non ci siano conversioni, visto che si sceglie sempre chi è più conosciuto (SOCIAL) e, non potendo essere tuttologa, mi sono impegnata a creare una rete di partner  che io chiamo SEOSPIRITO TEAM per farmi aiutare quando entriamo troppo nello specifico di alcune attività o per dare continuità al cliente (WEB).

Detto questo, ho voluto il mio #SEOSPIRITATI, nonostante abbia iniziato la mia collaborazione nel blog di Artera e tra poco sarò ospitata in Paperproject. E il titolo poco SEO potrebbe già spiegarne il motivo. Fin da piccola ho scritto diari e mi ci dedicavo davvero tanto, li coloravo, attaccavo le foto dei miei attori preferiti e scrivevo i testi delle canzoni.

Ora, alla mia veneranda età, mi potrò permettere uno spazio in cui parlare delle mie passioni? Non andrò distante dal mio lavoro, ma vorrei raccontarlo a modo mio, dar modo a chi sceglie di lavorare con me di capire se sono la persona giusta per lui.

Per me è fondamentale: empatia. Se non c’è SEOSPIRITO e non scatta la scintilla i progetti saranno più deboli.

Sono le 18.15, finalmente ho trovato una wifi free (mai mai mai iniziare esperimenti sapendo di non poter stare alla propria scrivania tutta la giornata) è il momento peggiore per “promuovere” un post ma me ne fregherò e lo farò ugualmente e vi augurerò pure un bellissimo fine settimana.

 

 

Pin It on Pinterest

Shares