Ecco l’analisi web marketing per Mind University. Mi permetto di fare una bella premessa: l’idea è quella di aiutare a migliorare il proprio posizionamento organico prima e se possibile anche valutare le strategie di web marketing. Con l’analisi di web marketing a Claudia Mandarà abbiamo visto l’importanza di lavorare bene online, oggi invece mi concentro ad aiutare un amico, Luciano Biondo, che mi ha detto:

“Per migliorare mi servirebbe di più un suggerimento elementare e facile da realizzare, che mi faccia passare da 0% a 1%, piuttosto che un elenco di ciò che manca per arrivare al 100%… dove tanto non arriverò mai, finché non troverò un volontario che si occupi, almeno un pochino, di ciò che io non so fare (e che non ho il tempo di imparare). Comunque, ripeto, non abbia timore di criticare troppo.
La ringrazio di cuore, anzi, per aver già cominciato a “scavare” nei difetti del sito, il badile non basta, le ci vorrà una ruspa 🙂 e le mando un abbraccio sincero” 

Partiamo dal fatto che qui ci sono molti contenuti interessanti, chi scrive è un gruppo di docenti che volontariamente lavorano al sito, ma essendo un “fai da te” i risultati sono scarsi (almeno lato posizionamento organico).

Il Sig. Luciano mi dice che si è arrangiato a fare tutto e quindi non ha pensato alle Google Analytics né alla Search Console, ci sono tanti errori nell’HTML e mancano i fondamentali. Insomma, se mai potesse averne la possibilità io rivedrei il sito totalmente.

Analisi web marketing seo

Il sito risulta, in ogni caso indicizzato, ma dubito che ci sia la possibilità di vederlo tra le prime posizioni per parole chiave rilevanti. Ci vorrebbe un SEO specialist che riveda quanto meno la sua alberatura, riorganizzi i contenuti e valuti le modifiche da apportare con un web master. Mi spiace dirle che io butterei tutto e mi affiderei ad un più semplice template di wordpress. Che si voglia o no, quando si lavora da soli e a risparmio, resta la soluzione più sicura.

Ho pensato quindi a qualche piccolo suggerimento. Entrando nel sito vediamo subito due belle immagini che ruotano e che contengono la call to action “iscriviti gratis“: non si legge. Perché non la rendiamo più evidente?

Analisi web marketing call to action

Ogni volta che l’utente entra in un sito deve capirlo, allora perché non glielo diamo immediatamente il menù di navigazione invece che relegarlo in una colonna a destra, in basso, dopo altri 1.000 milioni di contenuti? E perché non renderlo leggibile? OrganizzazioneLavoro non è mai facile da leggere come Organizzazione Lavoro. L’occhio vuole la sua parte e a leggere le pagine web si stanca troppo. E’ il caso di non complicargli la vita o non arriverà a curiosare nemmeno la seconda pagina.

analisi web marketing navigazione

Inglese e italiano nello stesso luogo? Perché? Dire ovunque “il sito non è concluso” per lo spider è poco interessante e nemmeno l’utente lo capterà. Ma se parla la lingua italiana, probabilmente non cliccherà la parte english e viceversa se dovesse essere anglosassone. Si usa una lingua e se ce n’è più di una, volutamente, si utilizza il selettore di lingua (la maggior parte della strutture turistiche online lo adottano). Se, invece, il pensiero è stato “ho materiale, lo inserisco e poi pian piano lo tradurrò” non ci siamo. Vorrebbe leggere un libro multilanguage? Un capitolo in francese, uno in spagnolo, poi tedesco…Secondo me no.

Analisi web marketing contenuti

Bene, vorrei davvero poter fare di più ma non mi è possibile. Spero però sia almeno uno 0,5% di miglioramento e le auguro in bocca al Lupo!

Pin It on Pinterest

Shares